Osservatorio sulla plastica

image 64138
L’Osservatorio plastica nasce su idea di Carlo Alberto Pratesi, professore ordinario del Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università Roma Tre e di Antonio Feola, responsabile materie prime di UnionFood.
Nel contesto di generale demonizzazione della plastica si inserisce la Direttiva 904/2019 dell’Unione Europea che si propone di bandire diversi oggetti in plastica monouso.
L’idea su cui si fonda tale Osservatorio è quindi quella di affrontare il “Problema Plastica” in maniera innovativa e non demagogica. L’Università di Roma Tre si propone di essere un ente terzo che funge da facilitatore nelle relazioni tra i vari soggetti che hanno contribuito all’osservatorio, da mediatore tra imprese e società civile e che si propone di elaborare e ridistribuire le informazioni e i dati provenienti da tutte le aziende coinvolte e costruire materiali adatti per essere utilizzati dalle agenzie e dai media nelle attività di comunicazione. L’obiettivo è quello di ottenere messaggi innovativi e correttamente studiati che possano superare la “visione estremistica” dell’abbandono immediato della plastica in favore di un approccio che sia in grado di distinguere esternalità positive e negative e che specifichi le varie destinazioni d’uso della stessa. I soggetti coinvolti in tale iniziativa sono le aziende produttrici della plastica in particolare di imballaggi rigidi e flessibili, quelle produttrici di beni, quelle che si occupano del riciclo e infine l’Università Roma Tre.

Link identifier #identifier__13753-1Link identifier #identifier__150496-2Link identifier #identifier__129752-3Link identifier #identifier__175420-4
ffanchiotti 07 Febbraio 2020