Economia della bellezza

Corso di Perfezionamento A.A. 2022/2023

Link identifier #identifier__92486-1Regolamento

Il Corso di Studio in breve

Il Corso è incentrato sulla gestione delle imprese del comparto della “bellezza”, intesa come la valorizzazione del «patrimonio culturale, architettonico, enogastronomico, di tradizioni, di identità» del nostro Paese. La gestione di tale patrimonio ha una notevole incidenza sul PIL dell’Italia, poiché è in grado di creare valore economico sia con l’attrazione di visitatori, che fruiscono del patrimonio culturale e artistico italiano, che mediante logiche design-driven (sia funzionali che estetiche) di caratterizzazione del “made in Italy”.

Obiettivi formativi specifici del Corso

Il Corso è principalmente rivolto a laureati, almeno triennali, di corsi di laurea in discipline artistiche, architettoniche, sociologiche e umanistiche, i quali desiderano acquisire competenze specifiche di amministrazione, gestione e valutazione delle imprese operanti nel comparto della “bellezza” come sopra
individuato. Nello specifico, i corsiti potranno acquisire:

  • la comprensione del valore prodotto dalla Bellezza nel tessuto socio-economico italiano e del suo ruolo nella competizione internazionale;
  • la conoscenza della mappa delle relazioni del comparto della Bellezza, approfondendo il ruolo degli attori, nonché i flussi e i meccanismi economici generati dalle componenti e dalle dinamiche dei diversi modelli di business;
  • competenze diversificate di management generale, ma anche nozioni basilari di amministrazione, controllo e finanza;
  • una visione manageriale innovativa e specialistica finalizzata alla gestione strategica dei territori e/o dei prodotti attraverso la valorizzazione, conservazione e salvaguardia del patrimonio storico, culturale,artistico, ambientale, naturalistico e del made in Italy

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Il corso si rivolge sia a giovani laureati che a personale già attivo nelle amministrazioni pubbliche e nelle imprese private che si occupano di attività culturali, artistiche, eno-gastronomiche, nonché di design della moda e industriale. I principali sbocchi lavorativi, per i soggetti non ancora attivi nel mondo del lavoro sono individuati nei seguenti:

  • enti specializzati nella gestione e valorizzazione dei beni culturali, artistici e naturalistici; 
  • operatori economici attivi nell’economia del turismo;
  • imprese eno-gastronomiche italiane con una forte vocazione internazionale;
  • imprese della moda e del fashion design;
  • imprese nelle quali si sviluppa il disegno di prodotto con una forte impronta made in Italy;
  • fondazioni o musei d’impresa;
  • gallerie d’arte;
  • associazioni di categoria.
Link identifier #identifier__188716-1Link identifier #identifier__24000-2Link identifier #identifier__37439-3Link identifier #identifier__159952-4